pesca-illegale

Trapani, 6 tonnellate di sigarette illegali su un peschereccio: arrestato l’equipaggio

Oltre 6 tonnellate di sigarette illegali. Questo il carico trovato a bordo di un peschereccio a largo di Trapani nel Canale di Sicilia e sequestrato nell’ambito di un’operazione condotta dal Comando Regionale della Guardia di Finanza, in cooperazione con il Comando Operativo Aeronavale di Pratica di Mare. Arrestato l’intero equipaggio, composto da 5 persone di nazionalità tunisina, che si è disfatto di cellulari e dei documenti di bordo e dopo aver tentato la fuga hanno anche provato ad affondare l’imbarcazione.

L’operazione si è conclusa infatti al termine di un lungo inseguimento in mare nella notte del 1 maggio, dopo che l’imbarcazione, un motopesca di circa 15 metri, è stata intercettata da un Guardacoste durante un’attività di pattugliamento. Le sigarette di contrabbando (di marca “Royal”, “Time” e “Oris”) erano in 610 casse per un valore complessivo di circa 700 mila euro: se rivendute avrebbero fruttato più del doppio.

Il colonnello Cristino Alemanno, comandante del gruppo aeronavale della Guardia di finanza di Messina, in conferenza stampa ha affermato: “E’ stato necessario un inseguimento di un’ora e quaranta minuti per fermare il peschereccio carico di sigarette nei pressi della costa tra Trapani e Agrigento. Abbiamo dovuto utilizzare tre imbarcazioni e una di queste è arrivata al contatto con quella che aveva a bordo i cinque tunisini”.

Il colonnello Virgilio invece sottolinea: “I cinque tunisini erano addestrati e hanno cercato in tutti i modi di fuggire. Adesso le indagini sono concentrate nel cercare da dove è partito il peschereccio, probabilmente dalla Tunisia, e soprattutto dove doveva arrivare il carico”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI