aòppello corale al premier la superstrada catania ragusa va fatta

Trasporti marittimi e aerei, Musumeci ottiene una ulteriore stretta dal Governo

I ministri dei Trasporti e della Salute, su proposta del presidente della Regione Nello Musumeci, hanno modificato il decreto dello scorso 16 marzo assicurando una ulteriore stretta nel trasporto marittimo da e per la Sicilia.

Due le novità più rilevanti: la prima per il traffico merci e l’altra per i collegamenti nello Stretto. Nel primo caso, continuerà a essere garantito il trasporto delle derrate, ma “possibilmente su unità di carico isolate non accompagnate”.

Per quanto riguarda, invece, gli spostamenti via mare dei passeggeri la Regione precisa che saranno quattro corse al giorno (andata e ritorno) da Villa San Giovanni e altrettante da Reggio Calabria per Messina, negli orari più indicati per favorire gli spostamenti dei lavoratori pendolari. La precisazione si è resa necessaria per interpretare al meglio il contenuto del comma 3 dell’articolo 2 del decreto ministeriale di ieri che ha disposto un’ulteriore limitazione del traffico passeggeri da e verso l’Isola.

Gli unici ammessi saranno: gli appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate, gli operatori sanitari pubblici e privati, i lavoratori pendolari, quanti dimostrano comprovate esigenze di lavoro, per gravi motivi di salute e chi si trova in situazioni di necessità. D’ora in poi, inoltre, il porto di imbarco e sbarco del traffico merci a Messina non sarà più la Rada San Francesco ma l’approdo di Tremestieri.

Sarà necessaria, infine, la preventiva autorizzazione del presidente della Regione, perché l’Enac possa consentire la partenza e l’arrivo di voli privati nell’Isola. Le disposizioni resteranno in vigore fino al 25 marzo. Nel frattempo, il governatore Musumeci ha scritto al ministro dell’Interno affinché siano potenziati i servizi di vigilanza in partenza ed in arrivo sullo Stretto.

Il governo Musumeci, intanto,  in raccordo con Trenitalia ha disposto la sospensione dell’80 per cento delle corse ferroviarie dell’isola. “La misura sarà operativa da domani – dice l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone – e si è resa necessaria per ridurre allo stretto indispensabile gli spostamenti di persone nella Regione via treno, così da abbattere ancora le occasioni di potenziale contagio. Per quanto riguarda i ristori all’utenza siamo a lavoro con Trenitalia per trovare delle opportune soluzioni di rimborso per gli abbonati”. I dettagli delle corse sospese e delle corse che restano in vigore sono disponibili sul sito web di Trenitalia.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI