Uccisa a Partinico dall’amante: Ana Di Piazza era incinta, lo conferma l’autopsia

Ana Maria Di Piazza, la trentenne uccisa a colpi di bastone e a coltellate venerdì scorso dal suo amante Antonino Borgia, 51 anni, a Partinico (Pa) era incinta. A confermarlo è l’autopsia eseguita sul corpo della donna disposta presso l’istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo.

La donna (che ha avuto un altro figlio di 11 anni da una relazione precedente) era alla fine del terzo mese di gravidanza e aspettava un maschio.

Ieri il gip (pur non convalidando il fermo per mancanza del pericolo di fuga) ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di Borgia che ha confessato i particolari del delitto. Il 51enne avrebbe prima colpito la donna più volte con un bastone alla testa, e poi le avrebbe tagliato la gola con un coltello.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI