Giardiniere ucciso con 75 coltellate: docente di musica condannato all’ergastolo

La Corte d’assise di Catania ha condannato all’ergastolo e a sei mesi di isolamento diurno Giulio Arena, il docente del Conservatorio di Palermo accusato di aver ucciso con 75 coltellate il giardiniere Natale Pedalino, a Paternò, il 19 dicembre 2015. Il legale dell’imputato ha annunciato ricorso in appello contro la sentenza dopo che saranno depositate le motivazioni.

Secondo le accuse della Procura (che si è vista accogliere la richiesta d’ergastolo) l’omicidio sarebbe maturato nell’ambito di contrasti sulla raccolta di olive in una proprietà del padre dell’imputato che avrebbero prodotto 10 litri di olio da dividere in due.

Il docente è stato anche riconosciuto colpevole di avere tentato di uccidere, il 4 agosto del 2014, con quattro colpi di arma da fuoco, due ambulanti per una lite sull’acquisto di due angurie. La Corte d’assise ha disposto una provvisionale a titolo di parziale risarcimento per la moglie e le figlie della vittima.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI