Ucciso bracciante agricolo nell’Agrigentino: è stato raggiunto da colpi di pistola

Assassinato un bracciante agricolo con precedenti penali. Il soggetto è un uomo di 65 anni di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento.

Il suo nome era Angelo Castronovo ed è stato ucciso in contrada Cipolla. Viveva a Licata dallo scorso marzo e aveva scontato sei mesi di carcere più un anno di arresti domiciliari prima di tornare in libertà.

Castronovo era stato arrestato nel luglio 2020 per una faida che avrebbe provocato due omicidi. Dalle prime notizie che emergono, l’uomo sarebbe stato ucciso a colpi di pistola: diversi i proiettili che lo avrebbero raggiunto lasciandolo senza vita.

La salma è stata trovata da un passante che non ha esitato ha chiamare le forze dell’ordine. In corso i rilievi nella zona dell’agguato per cercare di trovare indizi sul o sui possibili colpevoli.

PALERMO, INCIDENTE CON SEI MEZZI COINVOLTI IN CIRCONVALLAZIONE: 5 FERITI E TRAFFICO IN TILT

MARIA FALCONE: “LA MAFIA SI BATTE CON LA SCUOLA. DIETRO ALLE STRAGI C’ERANO ALTRI INTERESSI”

VIAGGIA DA TRAPANI A OLBIA CON MEZZO CHILO DI COCAINA IN PANCIA: ARRESTATO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI