Ucciso in casa a Marsala con un piede di porco, l’assassino confessa davanti al Gip

Ha confessato davanti al Gip Giovanni Parrinello, 39 anni, accusato dell’omicidio di Antonio Titone, 51enne pregiudicato marsalese. L’uomo era stato ucciso con un piede di porco all’interno della sua abitazione nel rione Sappusi.

Fondamentali le immagini di alcune videocamere di sorveglianza che hanno incastrato Parrinello e le informazioni di alcuni testimoni che lo avevano visto allontanarsi da casa.

Insieme a lui c’era la moglie che ha consentito agli investigatori di trovare indumenti e armi del delitto celate nella loro abitazione. Alla base dell’omicidio ci sarebbe un debito mai saldato da Titone.

DE LUCA: “SCHIFANI? FIGLIOCCIO DI LOMBARDO, CUFFARO E DELL’UTRI. NON RICONOSCO IL SUO RUOLO”

SCHIFANI: “IL PONTE SULLO STRETTO STAVOLTA SI FA. RIFIUTI? OCCORRONO DUE TERMOVALORIZZATORI”

BARBAGALLO (PD): “NON MI DIMETTO. LETTA? PIÙ CHE NOMI, SERVONO TEMI E CONTENUTI”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI