Ufficio sisma di Aci Catena, l’ex sindaco Pippo Nicotra assolto dall’accusa di “tentata truffa”

L’ex sindaco di Aci Catena Pippo Nicotra (nonché ex deputato regionale) è stato assolto in appello a Catania dall’accusa di tentata truffa aggravata alla Regione. In primo grado era stato condannato a sei mesi per questa accusa e assolto da quella di falso; in appello viene assolto “perché il fatto non sussiste”.

La vicenda risale al 2010: Nicotra era accusato di avere avanzato richiesta di rimborso alla Protezione civile regionale per le prestazioni svolte dall’ufficio sisma del Comune di Aci Catena da tre tecnici. La Procura gli contestava di aver procurato un “ingiusto profitto” da questi rimborsi, pari a 116.423,46 euro, perché i tecnici (secondo l’accusa) “non avrebbero svolto l’attività lavorativa prevista dall’ordinanza della protezione civile, ma sarebbero stati adibiti a compiti diversi” (ma pur sempre nell’ambito del Comune di Aci Catena).

Nonostante il reato fosse ormai prescritto, invece, i giudici d’appello hanno comunque accolto la tesi difensiva, che puntava (riferisce l’avvocato Orazio Consolo) a “dimostrare l’assoluta assenza di ogni comportamento fraudolento da parte del sindaco Nicotra e l’inesistenza di un ingiusto profitto”.

DROGA A PALERMO, SGOMINATA UNA PIAZZA DI SPACCIO NEL QUARTIERE ZISA: SEI ARRESTI

GREEN PASS, PRIMO GIORNO DI OBBLIGO PER I LAVORATORI: IN SICILIA 15 MILA TAMPONI IN UN GIORNO

CATANIA, BLITZ ANTIMAFIA CON 15 ARRESTI: SEQUESTRATA UNA CASA DISCOGRAFICA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI