Vaccini, Caronia (FI): “Bisogna usare camper e parrocchie per i centri più piccoli”

La Sicilia cerca una svolta per quanto riguarda la campagna vaccinale. L’Isola, infatti, è l’ultima regione in Italia per somministrazioni su dosi consegnate e si stanno cercando delle soluzioni per accelerare. La deputata di Forza Italia, Marianna Caronia, si concentra sul problema di raggiugnere i piccoli centri.

“Nonostante l’impegno di tanti e soprattutto del personale sanitario, la Sicilia continua ad essere ultima per numero di vaccinati in rapporto alla popolazione – afferma – . Se vogliamo uscire presto da questa emergenza, tornare a vivere con serenità, poter accogliere i turisti in sicurezza, riprendere le attività produttive ed imprenditoriali, è assolutamente indispensabile imporre una svolta, mettendo in campo tutte le possibili soluzioni“.

“Ribadisco la proposta in vista dell’avvio della stagione balneare, dell’utilizzo di postazioni mobili con Camper, ma anche il ricorso alle parrocchie soprattutto nei centri più piccoli e tutte le strutture sanitarie – continua – . È emblematico il caso di Carini nel palermitano, un grosso centro nel quale vi è disponibilità di spazi, dalla parrocchia all’ospedale, che possono essere velocemente attrezzati; ma certamente situazioni simili sono presenti in tanti altri comuni, dove il coinvolgimento della comunità locale è fondamentale per dare un nuovo impulso alla campagna e anche per superare, insieme alle difficoltà logistiche, anche alcune resistenze e paure ancora presenti nella popolazione”.

COVID, SICILIA VERSO LA ZONA GIALLA 

MAFIA, BLITZ NEL SIRACUSANO CONTRO IL CLAN TRIGILA 

MUSUMECI: “VIA ALLA VACCINAZIONE DI MASSA NEI PICCOLI COMUNI MONTANI”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI