Vaccini in Sicilia, Musumeci: “Non possiamo più aspettare gli incerti e i riottosi”

Il presidente Musumeci ribadisce il proprio punto di vista sulla campagna di vaccinazione in Sicilia, alla vigilia della apertura delle prenotazioni per gli over 50: “É pericoloso pensare che stiamo abbandonando gli over 80.  Per un mese abbiamo lanciato appelli per fare il vaccino, ma non possiamo aspettare incerti e riottosi”.

Intervistato da Tgcom24, dice: “La Sicilia paga lo scotto di avere avuto cinque morti di persone che avevano ricevuto il vaccino AstraZeneca. E questo ha determinato una condizione di panico, facendo crescere l’esercito dei riottosi. Non si può aspettare altri due o tre mesi e nel frattempo i settantenni, i sessantenni e i cinquantenni mi chiedono perché non li vacciniamo…”.

E aggiunge: “Far passare il messaggio che al Sud non ci occupiamo degli 80enne e pensiamo ai giovani è stucchevole. Per gli ultra 80enni le porte sono sempre aperte; ci sono i medici di famiglia disponibili e i centri di vaccinazione”.

IL MINISTERO: “ESTENDERE I RICHIAMI A 42 GIORNI”

VACCINO ANTI-COVID, È PSICOSI ASTRAZENECA IN SICILIA

MEDICI DI FAMIGLIA A MUSUMECI: “DISTORCE LA REALTA’”

DENISE, PERQUISIZIONE NELLA EX CASA DI ANNA CORONA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI