Vaccini Pfizer e Moderna, la circolare del Ministero: “I richiami dopo 42 giorni”

Con una circolare, Ministero della Salute e Comitato Tecnico Scientifico ritengono “raccomandabile” estendere a 42 giorni l’intervallo fra prima dose e richiamo per i vaccini Pfizer e Moderna (nello specifico si parla di “sesta settimana dalla prima dose”).

Il parere del Cts è allegato ad una circolare del Ministero – firmata dal direttore Gianni Rezza – in cui si evidenzia che già la prima dose conferirebbe “efficace protezione” rispetto alla sviluppo della patologia e che un richiamo anche dopo 42 giorni “non inficia l’efficacia della risposta immunitaria”.

Tale indicazione terrebbe conto anche della “quota significativa” in Italia di soggetti non ancora vaccinati e considerati ad “elevato rischio di sviluppare forme di Covid-19” gravi o fatali. L’obiettivo è dunque applicare una strategia per coprire nel minor tempo possibile il maggior numero di persone possibili.

Nella circolare del Ministero si ribadisce anche il via libera al richiamo con AstraZeneca per chi ha già ricevuto la prima dose del vaccino e non ha sviluppato eventi avversi.

DENISE, PERQUISIZIONE NELLA EX CASA DI ANNA CORONA

VACCINO ANTI-COVID, È PSICOSI ASTRAZENECA IN SICILIA

MEDICI DI FAMIGLIA A MUSUMECI: “DISTORCE LA REALTA’”

CARFAGNA: “RECOVERY OPPORTUNITÀ IRRIPETIBILE PER LA SICILIA”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI