Vaccino anti-Covid, Figliuolo: “A fine maggio tocca alle categorie produttive”

Il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, è stato intervistato per il Corriere della Sera e ha fatto il punto della situazione sulla campagna vaccinale in Italia, annunciando l’arrivo di nuove dosi a maggio.

“A fine maggio saremo comunque in grado di passare alle categorie produttive per far ripartire il Paese – afferma – .  Lo dicono i numeri: nel trimestre che va da aprile a giugno avremo 45 milioni di dosi, vuol dire 15 milioni al mese. È la quantità giusta. Se le Regioni rispetteranno i tempi previsti non lasceremo indietro nessuno. Tra luglio e settembre avremo 84 milioni di dosi. Non ci sarà alcuno slittamento”.

Il nuovo arrivo di vaccini potrebbe significare la svolta. Molti governatori, infatti, lamenta una mancanza di approvvigionamento ma una nota ufficiale chiarisce la tabelle delle consegne: “Sono oltre 4,2 milioni i vaccini che verranno complessivamente consegnati tra il 15 e il 22 di aprile alle strutture sanitarie delle Regioni. È prevista la distribuzione di oltre tre milioni di Pfizer suddivisi in due mandate di 1,5 milioni, circa mezzo milione di Vaxzevria (Astrazeneca), oltre 400 mila di Moderna, e di più di 180 mila di Janssen (Johnson & Johnson)”.

COVID, RIAPERTURA GRADUALE DA MAGGIO

COVID IN SICILIA, ALTRI TRE COMUNI IN ZONA ROSSA

ZONA ROSSA, MICCICHÈ CONVOCA IL DG LA ROCCA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI