Vaccino, 500 parrocchie mettono a disposizione i locali: si parte il 3 aprile

Cinquecento parrocchie siciliane hanno risposto alla richiesta dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, e hanno messo a disposizione i propri locali per la somministrazione del vaccino anti-Covid. Le prime dosi verranno inoculate giorno 3 aprile.

In ogni parrocchia sarà presente un medico, un infermiere e un amministrativo per la compilazione dei moduli. Il target di riferimento è quello dei cittadini di età compresa tra i 69 e i 79 anni e sarà inoculato il vaccino prodotto da AstraZeneca. A ciascuna parrocchia sono destinate fino a un massimo di 100 vaccini, essendo comunque richiesto un minimo di 50 adesioni.

“Quella di quest’anno – ha scritto Razza in una lettera inviata alla Conferenza episcopale siciliana – sarà una vera Pasqua di rinascita e per questa ragione che, avendo invocato l’aiuto e il contributo di tutti, i padri della chiesa siciliana hanno raccolto il nostro invito a sensibilizzare tutti i cittadini affinché partecipino alla campagna vaccinale”.

Questi i centri di vaccinazione per Diocesi: Acireale 22, Agrigento 51, Caltagirone 19, Caltanissetta 21, Catania 53, Cefalù 18, Mazara del Vallo 23, Messina 56, Monreale 23, Nicosia 15, Noto 22, Palermo 53, Patti 18, Piana degli Albanesi 7, Piazza Armerina 27, Ragusa 21, Siracusa 28.

COSTA: “A PALERMO NESSUN TAGLIO AI VACCINI”

RECOVERY, ASAEL SCRIVE ALLA REGIONE: “QUALE STRATEGIA PER LA SICILIA?”

NUOVO BLITZ ANTIMAFIA A BORGO VECCHIO: 15 MISURE CAUTELARI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI