Vasto incendio a Pantelleria, la Protezione Civile: “È andata bene, rimangono alcuni focolai”

Gravissimo incendio a Pantelleria, per fortuna ora contenuto. I Vigili del Fuoco hanno lavorato tutta la notte, alle prime luci dell’alba è stato autorizzato l’arrivo di due Canadair sullo scenario apocalittico dell’isola pantesca, dove una serie di grossi roghi in località Gadir e Kamma, entrambi di probabile origine dolosa, sono divampati nella serata di ieri, gettando nel terrore residenti e turisti, fuggiti in fretta e furia verso il mare alle barche.

Secondo quanto riferito, non si segnalano feriti, mentre qualche casa o dammuso sono stati esternamente colpiti dal fuoco, anche se è ancora è presto per la conta dei danni, diverse tettoie in legno e gazebo di ville sono stati distrutti dalle fiamme, mentre sono andati in fumo ettari di vegetazione, divorati dall’avanzare delle fiamme spinte dal vento di scirocco e in una zona impervia per le operazioni di spegnimento da terra.

“Rimane alta l’attenzione su Pantelleria e su tutta l’Isola. Da ieri sera ad ora sono andati in fumo 50 ettari di macchia mediterranea”. È il bilancio all’agenzia Italpress del dirigente regionale della Protezione civile, Salvatore Cocina

In mattinata sono arrivati anche degli ulteriori rinforzi dei pompieri, imbarcati da Trapani, a dar manforte a chi è operativo già da ieri sera. I Vigili del Fuoco sono stati coadiuvati dal Corpo Forestale e dalla Protezione Civile, mentre la Capitaneria di Porto ha prestato soccorso ai turisti, alcuni di questi vip come Giorgio Armani, che hanno dovuto evacuare le proprie residenze spostandosi verso il mare.

“A te vigliacco o a voi vigliacchi dico solo che di essere umano o anche animale non avete nulla, siete solo essere viventi che calpestate ingiustamente questa terra”. Lo ha detto il sindaco di Pantelleria, Vincenzo Campo. “Ringrazio di cuore tutti gli operatori impegnati a spegnere questi disonorati incendi. Vigili del Fuoco, Forestali e discontinui, Protezione Civile, forze dell’ordine, volontari, gente comune, tutti impegnati, anche a rischio della propria vita, per difendere questo territorio”.

“Non ci vengono segnalati danni alle persone, ma qualcuno alle strutture, soprattutto a quelle in legno, mentre sono grandi i danni alla vegetazione, duecento ettari di macchia mediterranea in fumo, in una zona in cui in passato non si erano sviluppati incendi di questo tenore”. Lo ha detto il dirigente generale della Protezione Civile in Sicilia, Salvo Cocina, a Sky Tg24. “Il grosso del rogo è stato spento in mattinata – ha confermato Cocina – Ma ci sono ancora parecchi focolai attivi nelle zone interne in cui è stato consentito l’intervento aereo, per cui sono in azione due canadair”.

ONDATA DI CALORE IN SICILIA: IL 18 AGOSTO PREVISTI 39 GRADI A PALERMO, 41 A CATANIA

REGIONALI, CHINNICI: “NO ALLE MASCHERE E AI RING MEDIATICI. È IL MIO TRATTO, COMPOSTO E PACATO”

SBATTE CONTRO TRE AUTO E FINISCE SU UNA PIZZERIA PIENA DI GENTE: TRAGEDIA SFIORATA A CINISI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI