carabinieri

Venticinque mila euro a nome del clan “Pinnintula”: due arresti per estorsione nel Siracusano

Sono due gli arresti avvenuti per mano dei Carabinieri, tra Avola e Noto, per dei soggetti accusati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

L’indagine fu avviata ad aprile 2021 a causa della denuncia presentata dal titolare di una nota attività commerciale di Avola: a lui i due arrestati avrebbero chiesto 25.000 euro che sarebbero serviti per sostenere alcune spese processuali.

Non solo. I due avrebbero avanzato le loro richieste più volte, sostenendo anche di essere contigui al vertice del clan locale dei “Pinnintula” e intimidendo così la vittima.

Le riprese filmate hanno documentato gli incontri tra gli indagati e l’uomo che non ha esitato, sin dal primo incontro, a rivolgersi ai Carabinieri.

DECRETO AIUTI QUATER E FINANZIARIA, VARCHI: “GRAZIE AL CDX PALERMO OTTIENE CREDIBILITÀ”

CATANIA, OPERATORE ECOLOGICO EVITAVA IL SERVIZIO PER FINI PERSONALI: INDAGATO

PALERMO, DUE RAGAZZE INVESTITE SULLE STRISCE PEDONALI: CACCIA AL PIRATA DELLA STRADA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI