Vertenza Almaviva, protesta all’aeroporto di Palermo nell’ultimo giorno di Alitalia

Nella mattinata dell’ultimo giorno di “vita” di Alitalia (prima del passaggio di consegne con la nuova società “ITA”) è andata in scena all’aeroporto di Palermo-Punta Raisi un nuovo sit-in di protesta dei lavoratori del call center Almaviva che ancora attendono risposte sul futuro.

I lavoratori e le rappresentanze sindacali hanno anche fatto attività di volantinaggio in aeroporto per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla mancata applicazione della clausola sociale nel cambio d’appalto. Laconico e amaro lo striscione mostrato dai lavoratori: “Tutti a bordo”.

La Slc Cgil Palermo riporta su Facebook il messaggio congiunto e l’appello dei lavoratori: “Noi non pilotiamo l’aereo, ma vi facciamo partire. Non carichiamo le vostre valigie ma le abbiamo aggiunte alle vostre prenotazioni. Non vi abbiamo scansionato la carta d’imbarco al check-in ma vi abbiamo assegnato il posto. Abbiamo prenotato per far partire i vostri figli, i vostri animali da compagnia, i vostri equipaggiamenti sportivi, gli abiti da sposa, aiutato per le vostre vacanze, per i viaggi belli e quello meno belli. Non abbiamo una divisa ma la nostra voce vi ha accompagnato in tutte le fasi delle vostre prenotazioni”.

“Ci avete trovato per 20 anni, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, sempre con il sorriso e la nostra professionalità. Chiediamo solo di continuare a farlo con la stessa professionalità, che si chiami ALITALIA o ITA poco importa, vogliamo continuare ad esserci perché ce lo meritiamo, chiedendo l’applicazione di una norma di stato che si chiama CLAUSOLA SOCIALE, prevista nei cambi d’appalto nelle attività di Customer Care, che un’azienda a totale partecipazione pubblica come ITA ha tolto dal bando di gara delle attività assegnate a COVISIAN”.

TAMPONI PER IL GREEN PASS, RAZZA ASSICURA: “AL MOMENTO NON VEDO CRITICITÀ

PNRR; LA SICILIA SARA’ ALL’ALTEZZA?

PALERMO, ALLAGAMENTI E TRAFFICO NEL CAOS PER LA PIOGGIA

TRAGEDIA NELL’AGRIGENTINO: DUE 17ENNI MUOIONO IN UN INCIDENTE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI