carabinieri

Violenta una minorenne, un cittadino stranieri finisce ai domiciliari nel Ragusano

I Carabinieri di Acate hanno rintracciato un cittadino straniero destinatario di un ordine di esecuzione per l’applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emesso dall’Autorità Giudiziaria iblea a seguito della denuncia di un genitore, per la violenza sessuale subita dalla figlia minorenne ad opera di un uomo convivente nella medesima abitazione familiare.

In particolare, la minorenne, in una occasione in cui si trovava sola in casa con l’indagato, è stata da questi più volte palpeggiata e costretta a subire atti sessuali. Solo approfittando di una distrazione dell’aggressore, la minorenne riusciva a sottrarsi dalle violenze e scappare dall’abitazione per chiamare in aiuto il padre.

A seguito di ciò, i militari della Stazione di Acate raccoglievano la denuncia del padre della minorenne ed immediatamente avviavano attività di indagine, procedendo anche alla delicata acquisizione di informazioni da parte della vittima con le previste garanzie di legge a tutela della minore età. Le investigazioni hanno permesso di acquisire gravi indizi tesi ad avvalorare il racconto della vittima e contestualmente definire la responsabilità e colpevolezza dell’aggressore.

OMICIDIO A MARINELLA DI SELINUNTE, MARITO ACCOLTELLA LA MOGLIE 29ENNE: INDAGINI IN CORSO

FIDANZATI UCCISI IN INGHILTERRA, L’ARRESTATO È ANDREA CARDINALE: HA PROBLEMI PSICHICI

NATALE 2022, GLI AUGURI DEL PRESIDENTE SCHIFANI: “LAVORERÒ SENZA SOSTA E IN SILENZIO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI