Zona rossa in provincia di Palermo, il Tar dice “no” alla sospensiva chiesta da Bagheria

La zona rossa in provincia di Palermo resta. Il presidente del Tar Palermo Calogero Ferlisi ha infatti respinto la richiesta di sospensiva presentata del Comune di Bagheria (e sottoscritta anche dai commercianti della città), fissando per il 20 maggio l’udienza collegiale.

Il Comune di Bagheria contestava l’adozione del provvedimento della “zona rossa”, ritenendo sia stata decisa “in violazione degli a degli assetti regolatori e rende la irreversibile compromissione degli interessi alla cui cura il Comune di Bagheria è istituzionalmente preposto”, in quanto  preclude “lo svolgimento di una vastissima platea di attività economiche ritenute non essenziali” e limita “la possibilità di movimento dei cittadini e la fruizione del servizio scolastico”.

Per il presidente del Tar, invece, “il Presidente della Regione ha adottato l’ordinanza impugnata sulla base di precise segnalazioni, di natura medico-legale, ricevute dal Dipartimento ASOE nei giorni 8 e 9 aprile 2021”. Nelle comunicazioni il presidente del Tar riferisce la “sussistenza delle condizioni previste dal decreto legge 44/2021”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 17 APRILE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 17 APRILE 2021

ASTRAZENECA SENZA PRENOTAZIONE, QUADRUPLICATE LE DOSI SOMMINISTRATE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI