Palazzo - Aquile - Palermo

Ztl a Palermo, si partirà a fine gennaio. La maggioranza consiliare trova l’accordo

L’amministrazione comunale di Palermo andrà avanti sul provvedimento della ZTL, confortata dal supporto della maggioranza in consiglio comunale e nonostante una seduta fiume del consiglio comunale nel corso della quale le forze di opposizione hanno cercato di trovare una mediazione apparsa molto difficile fin da subito.

Verrà predisposta una nuova ordinanza che recepirà le indicazioni contenute in un documento sottoscritto da 22 consiglieri e che entrerà in vigore a fine mese. Le piccole variazioni al provvedimento dei giorni scorso riguardano soprattutto una sorta di stagionalizzazione: da maggio a novembre limitazioni al traffico dalle 20.00 alle 6.00 del mattino; nel resto dell’anno il provvedimento prevederà una “finestra” dalle 20 alle 23.

Un provvedimento che non piace quasi a nessuno ma che il Comune di Palermo ha voluto portare fino in fondo nel rispetto della “visione” di città su cui si sta lavorando da mesi. Entrerà in vigore dopo i passaggi tecnici necessari per rendere operativo il provvedimento (nuova delibera di giunta e nuova ordinanza), probabilmente il 31 gennaio.

“Sulla Ztl notturna non arretriamo di un millimetro ha detto il sindaco Orlando – apprezzando il fatto che la maggioranza consiliare abbia voluto manifestare il sostegno alla misura individuando, in un documento che ha trovato l’approvazione di 22 consiglieri, alcuni aggiustamenti così da rendere il provvedimento condiviso sia dalla giunta che dalla maggioranza consiliare. Abbiamo scelto di confrontarci col Consiglio comunale sull’estensione della Ztl notturna, malgrado la competenza sia del sindaco e della giunta, per trovare una condivisione su una visione di città che sceglie, sempre di più, la sostenibilità e la vivibilità. Spiace che, dopo dieci ore di seduta, con argomenti che non rendono merito al ruolo delle istituzioni, le minoranze abbiamo impedito che il Consiglio comunale si potesse esprimere”.

I consiglieri comunali di Palermo del gruppo di maggioranza Sinistra comune, sostengono che le opposizioni non avevano argomenti credibili e che si parla di “un provvedimento che ha delineato una visione di città ecologica, rispettosa dell’ambiente e fautrice della mobilità sostenibile”. Sinistra Comune sottolinea anche la pedonalizzazione definitiva del Cassaro e di via Maqueda, il completamento dell’itinerario arabo-normanno, la predisposizione del sistema di controllo elettronico del varchi Ztl e delle aree pedonali e la realizzazione della Ztl 2″ che saranno inseriti nella nuova ordinanza.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI