Ztl a Palermo, Ferrandelli: “Fermata l’arroganza dell’assessore” / REAZIONI

Il Tar accoglie l’istanza cautelare di Confcommercio e sospende la partenza della ZTL notturna nel centro storico di Palermo: un provvedimento discusso che alimenta il dibattito e le reazioni del mondo politico.

FABRIZIO FERRANDELLI – “Anche questa volta è stata fermata l’arroganza dell’assessore Catania e di chi, come lui, sfugge al confronto. Secondo Ko, prima in Consiglio comunale e adesso anche in tribunale. C’è un’opposizione convinta e tenace, in comune e in città. Adesso è il caso che l’amministrazione torni a miti consigli e apra a un confronto sano nell’interesse dei palermitani. Coniugare il diritto al sonno, con quello al lavoro e al divertimento è possibile basta pianificare e coordinarsi, insieme”.

MARIANNA CARONIA (deputata regionale della Lega) – “La sospensione della ZTL da parte del TAR, sia pure meramente tecnica, mette un freno all’arroganza di chi ha provato a imporre con miopia questo provvedimento alla città. Come ho già detto, tutta la vicenda è stata viziata da continue forzature amministrative sulle quali è bene che la Regione avvii una verifica. Nel merito del provvedimento, questa sospensione potrà permettere, se l’amministrazione lo vorrà e saprà mostrare senso di responsabilità, di affrontare l’argomento senza pregiudizi e forzature ideologiche e, soprattutto, coinvolgendo il Consiglio comunale come chiediamo da tempo”.

LEOLUCA ORLANDO (sindaco di Palermo) – “Dal Tribunale Amministrativo è venuto un provvedimento tecnico motivato dai tempi stretti fra la presentazione del ricorso e della relativa documentazione e l’avvio della cosiddetta ZTL notturna. Un provvedimento tecnico per altro assunto in assenza di costituzione del Comune. Il Presidente ha quindi rimandato a lunedì un approfondimento ed un confronto con le parti, ove potremo argomentare e spiegare le nostre ragioni”.

CONSIGLIERI DI SINISTRA COMUNE (Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno) – “Rispettiamo la decisione del tribunale amministrativo di sospendere il provvedimento della Ztl notturna in attesa di un contraddittorio che avverrà lunedì mattina. Se le preoccupazioni degli agenti commerciali sono legittime e saranno valutate nel merito, ci risultano completamente fuor di luogo i toni da tifoseria utilizzati per commentare questa decisione prudenziale che al momento non entra nel merito del provvedimento. Toni che alimentano un dibattito poco sereno che non fa bene alla nostra città”.

“Ci preme sottolineare però che in una comunità gli interessi commerciali – aggiungono – non possono pregiudicare la tutela degli interessi generali, in particolar modo riguardo alla salute collettiva, alla sicurezza, alla qualità dell’aria e al contrasto dell’inquinamento acustico. Avendo fiducia che questo principio sarà correttamente valutato dal Tar continuiamo a ritenere che la ZTL notturna sia, nel contemperamento degli interessi in gioco, una necessità della città e siamo fiduciosi che, come avviene in tutte le città d’Italia, presto sarà attiva anche a Palermo”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI